Ateromasia Carotidea

Ogni persona ha due carotidi che decorrono nel collo una a destra ed una a sinistra. L’arteria carotide distribuisce al cervello sangue ossigenato proveniente dall’aorta, principale arteria che rifornisce il sangue arterioso a tutto il corpo. Quando l’arteria carotide presenta un restringimento dovuto ad una placca ateromasica (come se fosse ruggine all’interno di un tubo), allora si possono avere delle condizioni come gli Attacchi Ischemici Transitori (TIA) i cui sintomi si risolvono in 24h oppure un sintomo improvviso ed acuto come l’Ictus. Nella maggior parte dei casi però le stenosi moderate non comportano alcun sintomo.

trattamento  Ateromasia Carotidea - chirurgo vascolare - michele greco- clinicavascolare - reggio calabria - cosenza - ragusa
trattamento  Ateromasia Carotidea - chirurgo vascolare - michele greco- clinicavascolare - reggio calabria - cosenza - ragusa

Per valutare la patologia dell’arteria carotide è necessario sottoporsi ad esame Ecocolor-Doppler, innocuo e indolore. Dura circa 15 minuti e non necessita di preparazione particolare. Appoggiando semplicemente una sonda sul collo è possibile vedere se una carotide è sana o se presenta una placca ateromatosa o restringimento e valutarne le caratteristiche per indicare o meno la necessità di intervento.
Lo scopo dell’intervento è quello di asportare la placca individuata che restringe l’arteria in modo che il flusso di sangue al cervello possa riprendere integro. La pulizia all’interno dell’arteria riduce infatti il rischio di chiusura completa della carotide o di distacco di emboli che potrebbero causare l’ictus.